Che cos’è il Bacino di Decantazione

Signore e Signori, siete stanchi di assistere impotenti e privati del potere della riflessione a cambiamenti epocali? Stufi della mole di notizie e non notizie che ogni giorno vi intrappola in una sbronza senza ieri e senza domani? Nauseati dai signorini so-tutto-io, dai professionisti dell’opinione, delle competizioni a chi urla più forte e/o a chi sgrana il rosario più corposo di parolacce? Sazi di rubriche di approfondimento profonde quanto una pozzanghera e dibattiti nei quali, dopo tanto parlare, non si è detto niente? Atterriti dalle nuove divinità che governano il mondo dalle stelle alle stalle, ossia Fretta, Pressapochismo, Superficialità, Mediocrità, Supremazia del Denaro et cetera? Sdegnati di fronte ad una realtà continuamente parcellizzata, che vi ingabbia e vi impedisce di collegare tra loro fenomeni anche distanti per arrivare a comprendere i nostri tempi e magari ad avere una minima influenza su di essi?
Se la risposta a queste domande è sì, benvenuti nel Bacino di Decantazione.

Che cos’è il Bacino di Decantazione?
Il bacino di decantazione è il luogo in cui le parti più pesanti e grevi, le impurità, i sedimenti di una sostanza precipitano sul fondo per lasciare le componenti più nobili, leggere, aeree libere di guadagnare la superficie. Il nostro Bacino di Decantazione in particolare è il luogo in cui lo strepitio della vita moderna precipita sul fondo per lasciare spazio alla riflessione. Al Bacino di Decantazione non interessa il cicaleccio, le opinioni date un tanto al chilo, fresche e pronte, usa e getta, la ginnastica estenuante del canale fatico come prova ontologica, l’indignazione lightche si spegne nel flusso travolgente del chiacchiericcio, della novità, dell’aggiornamento. Nel Bacino di Decantazione si vuole riflettere, comparare, dibattere, analizzare, proporre, modificare; e si vuole fare tutto questo con assiduità e ostinazione e con la pratica della memoria e del confronto pacato tra individui. I nostri obiettivi sono riappropriarci dell’umiltà, della pazienza e della forza del ragionare insieme, comprendere la portata dell’orrido che ci circonda, riabituarci allo sdegno e all’ingiustificabile, riacquisire la sensibilità al brutto, al turpe, all’ingiusto (e, dunque, ai rispettivi contrari) ed arrivare a comprendere che cosa si può fare per contribuire a cambiare ciò che non ci piace, partendo dal nostro giardino; o, quantomeno, tutto questo è ciò che ci proponiamo di fare. Ci sembra che quest’epoca esiga un simile sforzo, perché i cambiamenti in atto in bene e/o in male sono tanti e sotto gli occhi di tutti, per cui varrebbe la pena non subirli da incoscienti.
Perché abbiamo aperto un blog per fare tutto questo? Perché crediamo nelle potenzialità delle rete come mezzo: d’espressione, di diffusione, di aggregazione, d’informazione, di promozione di idee, iniziative, e di molto altro ancora. Un mezzo, non un fine: questo non è un blog pour blog, né una vetrina per aspiranti (o collaudati) promotori di se stessi, per chi è convinto di poter affermare «Ci sono anch’io!» soltanto perché sforna commenti a raffica e in serie e/o informazioni (o, peggio, frecciate o accuse) vaghe, indimostrabili, inattendibili, per chi pensa che esistano soltanto le faccine ( 😛 🙄 :evil:) per partecipare ad una discussione, per chi accende automaticamente il dispensatore di insulti appena legge una parola che non gradisce e si guarda bene dall’argomentare la propria posizione, per la folta schiera dei cosiddetti attivisti da tastiera. Il fine non è racchiuso nei pollici di uno schermo; il fine è là fuori, è la realtà, è il tentativo di comprenderla e di agire in essa con consapevolezza. Il Bacino di Decantazione vorrebbe essere uno di quegli angoli a parte da quella nuvola chiassosa, sovrabbondante, dispersiva e chiacchierona che spesso oscura il suolo ricco di buoni frutti della rete. Insomma, in tempi in cui si invoca da più parti una decrescita responsabile e un ridimensionamento generale, siamo per la supremazia della qualità sulla quantità.

Che cosa fa il Bacino di Decantazione?
In concreto, il Bacino di Decantazione ospita interventi sui temi più disparati purché ispirino una riflessione a largo raggio e di ampio respiro: si va dall’analisi di un argomento attuale alla suggestione che ci suggerisce un’opera d’arte, da un’immagine che parla da sé allo svisceramento di un tema prescelto, dalla citazione all’accostamento di materiale vario legato da un filo rosso di volta in volta individuato. Il Bacino di Decantazione non esclude nulla a priori: tutto ciò che fa scattare una molla del cervello val bene un post. Per quanto riguarda le analisi in particolare, il Bacino di Decantazione mira ad impostarle in maniera attendibile, con la citazione, ove possibile, di documenti e fonti che stiano alla base delle varie prese di posizione. Ci piacerebbe, inoltre, che gli interventi pubblicati sulle pagine del Bacino di Decantazione scatenassero quei bei dibattitoni di una volta («E Socrate sorridendo disse…»), scambi di vedute, proposte et cetera …ma per questo leggete “Chi c’è nel Bacino di Decantazione”.

Chi c’è nel Bacino di Decantazione?
Il Bacino di Decantazione è curato da un gruppo di individui animati da vari interessi, rientranti nell’elastica categoria al momento senza futuro (no, non è una posa…ahinoi!) dei giovani e dediti all’uso compulsivo di pseudonimi. «Perché?» si chiederanno alcuni a questo proposito, specie in questi nostri tempi, in cui, grazie ai social network, rendere le proprie generalità di dominio pubblico è diventato facile come bere un bicchiere d’acqua e chi non lo fa è sempre più spesso tacciato di viltà: «IO ALMENO MI FIRMO CON NOME E COGNOME, TU CHI ACCIDENTI SEI PER PARLARE, CHE TI NASCONDI DIETRO UN NOME FINTO?!» scriverà Arturo Musoduro a Fantasmino67 nella bacheca dei commenti dedicata a stabilire quale sia la vera patria degli Spaghetti Ice. E no, caro Arturo, lo pseudonimo non è un “nome finto”, anzi, può dire molto su chi lo adotta. Inoltre, in un’epoca di fazioni e di faziosi, di parrocchie e di giochi a squadre, un po’ di sano anonimato aiuta a concentrarsi sul messaggio più che sull’emittente; fate un esperimento: provate a leggere uno scritto di una persona che stimate/detestate senza sapere chi sia l’autore ed elaborate un giudizio autonomo: il risultato può essere spiazzante ma proficuo. Insomma, bando ai personalismi, largo al pensiero. Ovviamente ciò non impedisce a nessuno di firmare i propri pezzi o i commenti con nome e cognome.

Il nostro Bacino di Decantazione è ampio ed accogliente e, dunque, siamo lieti di ospitare Voi utenti, la cui presenza è indispensabile alla realizzazione dei propositi con cui è cominciata quest’avventura. Dato che ci piacerebbe instaurare dialoghi a più voci su qualsiasi argomento, per rendere più profonde le nostre riflessioni e favorire il confronto con l’Altro, la Vostra partecipazione è fondamentale e può concretizzarsi in varia maniera: potete commentare un intervento e contribuire ad animare un vero e proprio “salotto di pensatori” 😆 nello spazio riservato ai commenti; potete scriverci critiche, suggerimenti e riflessioni, proporre temi ed idee che vorreste vedere sviscerati sulle nostre pagine e persino inviarci vostri elaborati fatti e finiti (scritti, vignette, filmati et cetera, che ci riserveremo di pubblicare in base alla conformità allo spirito che anima il Bacino di Decantazione); infine, cari decantatori (o decanter?!), per qualsiasi cosa potrete contattarci o usando lo spazio dei commenti o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica ilbacinodidecantazione@gmail.com.
L’importante è che teniate presente che apprezziamo molto l’ironia, mentre non vediamo di buon occhio la partigianeria ottusa di chi si limita a sostenere sino allo sfinimento (proprio o altrui) gli slogan dettati dalla propria bandiera (di qualsiasi colore essa sia): vogliamo discussioni, non risse da stadio!

E per chi si arrabbia 😉
1. Come specificato nella “Noterella legale” sottostante, se qualcuno riconoscesse proprio materiale coperto da copyright e non volesse vederlo pubblicato, ci contatti (ilbacinodidecantazione@gmail.com) e provvederemo all’immediata rimozione di tale materiale.
2. Spiace un po’ dirlo, ma il Bacino di Decantazione è “soltanto” un blog: se la lettura di un intervento vi provoca effetti collaterali anche gravi, vi basterà cliccare o sulla X in alto a destra, per chiudere la pagina, o sulla freccetta che mira a sinistra sul vostro browser, per tornare indietro. Garantiamo di non comparirvi nel sonno in veste di Babau! 😈
3. Questo è un blog dedicato alla discussione dei temi più disparati: ciò implica prese di posizione che non sempre coincideranno con quelle del lettore, il quale può o intervenire ed argomentare le sue posizioni, se ha maturità e sangue freddo a sufficienza, o leggere il punto 2, se in lui monta un’ingestibile furia taurina: farà una buona azione per sé e per gli altri.
4. Per quanto riguarda i commenti, i curatori del Bacino di Decantazione non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post; essi si impegnano, però, a svolgere un ruolo di controllo, ma non sono a disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, quindi declinano ogni responsabilità in riferimento a commenti offensivi (o peggio) che possano comparire temporaneamente sulle pagine del blog. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
I curatori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

➡ Noterella legale: diritti e dintorni
Questo blog è un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Premesso che tutto il materiale pubblicato su Internet è di dominio pubblico, se qualcuno riconoscesse proprio materiale con copyright e non volesse vederlo pubblicato sul blog, non ha che da darne avviso agli autori. I contenuti in questione saranno immediatamente rimossi. Si sottolinea inoltre che ciò che è pubblicato sul blog è a scopo di approfondimento, di studio e comunque non di lucro.
Tutti i diritti sono riservati e la proprietà degli interventi è dell’autore indicato in ogni singolo post (il nome “ilbacinodidecantazione” indica i curatori del blog nel loro insieme). Se citate parti tratte da questo sito altrove, ci piacerebbe esserne messi al corrente (tramite lo spazio riservato ai commenti o l’indirizzo di posta elettronica ilbacinodidecantazione@gmail.com).
I contenuti presenti sul blog “il Bacino di Decantazione” dei quali sono autori i curatori del blog non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o ridistribuiti perché appartenenti agli autori stessi.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2011 il Bacino di Decantazione by ilbacinodidecantazione. All rights reserved

Vista l’originalità e l’impegno che contraddistinguono ciò che viene pubblicato in questo blog, chi copia è davvero una faccia di salame e mal gliene incoglierà. 😆

Se siete arrivati fin qui, grazie e buona navigazione! 😉

il Bacino di Decantazione

 

ultimo aggiornamento: 9/10/2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...