Tag

, , , , , , , ,

La ricorrenza dell’Immacolata Concezione sta lì a ricordarci che il Natale ci soffia ormai il fiato sul collo, ma quando uno ha in serbo come strenna un autentico distillato di eleganza, eloquenza, erudizione, beh!, non teme certo l’arrivo delle feste! Vogliamo condividere questa perla con voi:

Scuote l'anima mia Eros di Eugenio Scalfari PARODIA

Fantasmi. Uomini che non sono più, creature trasfigurate dalla morte in misteriosi fenomeni, dediti a manifestarsi come ombre, sagome, bagliori, a lasciare luride tracce del loro passaggio, a far stridere catene e oggetti poco rassicuranti di ogni genere e a canticchiare nenie raggelanti. Ma che succede se queste creature dall’apparenza impalpabile vengono trafitte dalle frecce di Eros? Se li mortacci tua si manifestassero non per dare noia a qualche ospite piantando altisonanti risatacce nel cuore della notte, ma per carezzare il deretano della tua amante col pretesto cavalleresco di scostarle la sedia? Se quell’antenata che ritenevate una seconda Giovanna d’Arco si rivelasse una novella Messalina? Se il tuo avo, che fino a poco tempo prima si accontentava di far tintinnare le sue catene a mezzanotte, andasse in fregola e decidesse di lanciare più prosaici ululati, dedicandosi alla tua collezione di Jacula, Zora, Yra, Sukia etc. e (ri)scoprendo il brivido dell’autoerotismo? Se la tua trisavola scendesse dal ritratto del salotto per godere le gioie dell’amore e sollazzarsi rumorosamente col tuo terrenissimo fattore? Se le sedute spiritiche che ti divertivi a fare coi tuoi amici si trasformassero nel set di W la foca? Queste ed altre domande sono sottese al romanzo più filosofico ed insieme scabroso di tutti i tempi, che unisce una storia di grandi passioni alla riflessione sul permanere dell’anima dopo la morte e sulla possibilità che essa possa ancora subire sconvolgimenti: se la morte è quiete e pace eterna, come è possibile un tale sconquasso in chi non è più? Regalatevi e regalate Scuote l’anima de li mortacci tua Eros dell’eterno in divenire Eugenio Scalfari, ma assicuratevi che il destinatario ne sia all’altezza! Finché c’è vita, c’è speranza, e anche oltre!

Al prossimo suggerimento di “Strane Strenne: idee regalo per tutte le occasioni”!

Giulio Cesare
(il Bacino di Decantazione)

Annunci