Tag

, , , ,

Lo stimolo della sfida che ci ha lanciato l’ultimo manifesto leghista dedicato al reclutamento di nuovi antropobufali muniti di corna, barba e rutto libero e l’ispirazione data dalle recenti cantonate prese dalla compagine verde (che mena fendenti ai suoi elettori e ne riceve sul grugno dagli eventi che si svolgono fuori dalla Fiabilandia padana) ci inducono a pubblicare questo contributo, dedicato all’infante che c’è in ognuno di noi e che crede all’apertura del parlamento padano, agli sgarbi istituzionali inflitti dal governo italiano alla suddetta fantastica entità, a Babbo Natale e al topino dei denti. Sì, lo sappiamo, aprire gli occhi è doloroso e la realtà è dura, ma ancor più dura è la lega dello spadone di Alberto da Giussano, da anni accomodata nel…fodero dell’elettorato leghista:

Vignetta "dura Lega, sed Lega" di Giulio Cesare: Alberto da Giussano ce l'ha duro...lo spadone!

Annunci